Consigli del Mastro

 

I serramenti in legno sono sicuramente i più graditi dal punto di vista estetico, ma come molti di voi ben sapranno sono spesso soggetti al degrado.

Le cause del deterioramento sono generalmente connesse all’azione degli agenti atmosferici, come pioggia, sole, variazioni di umidità, raggi UV, ma anche all’inquinamento. Spesso infatti i serramenti vengono rovinati dalle sostanze portate dalle piogge, che interagiscono chimicamente inizialmente con la finitura del serramento e fino ad arrivare al legno del telaio.

Una corretta manutenzione diventa quindi una condizione fondamentale per mantenere il più possibile in vita i nostri i serramenti. Vediamo quindi alcuni consigli relativi alla manutenzione dei telai in legno.

Per i telai dei serramenti in legno è necessario prevedere due tipi di manutenzione. La prima è di carattere preventivo e si basa sulla pulizia e sul rinfresco. E poi c’è la manutenzione correttiva, ossia quella a cui si ricorre a danno avvenuto e che prevede il ritocco e il rinnovo.

Pulizia del telaio in legno

La pulizia è il primo accorgimento fondamentale per conservare il più a lungo possibile la verniciatura del telaio. Come già accennato, il deposito di piogge acide sulle superfici esterne del serramento è una delle maggiori cause di degrado. Pertanto diventa opportuno prevedere la pulizia completa del serramento con cadenza almeno semestrale. I periodi migliori sono la primavera e l’autunno. Per le aree metropolitane bisogna invece valutare qualche pulizia in più a causa del maggiore inquinamento.

pulizia serramento
La pulizia va effettuata con soluzioni di acqua e detergenti neutri. Sono quindi da evitare prodotti aggressivi e, nel caso particolare in cui la verniciatura sia stata effettuata con prodotti all’acqua, non utilizzare prodotti a base di ammoniaca o di alcool.

Sul web si possono facilmente trovare kit di pulizia per telai in legno, generalmente commerciati da produttori di serramenti, come ad esempio si può evincere dai siti di Pioli&Ramo o Giannattasio, che oltre a prodotti per il legno forniscono anche guanti e panni appropriati.

Ritocco del telaio in legno

ritocco serramento
In occasione della pulizia semestrale è buona cosa procedere anche con l’operazione diritocco della vernice. Si tratta di un’applicazione di vernice a carattere puntuale, ossia dove si nota l’insorgere di screpolature, ammaccature o discontinuità. L’obiettivo del ritocco è aumentare la durata della vernice, che con il suo film protettivo difende il legno dalle piogge acide, dai raggi UV e da tutti gli agenti dannosi.

Qualora si verificassero eventi eccezionali, come ammaccature provocate da urti, o nel caso di finestre con esposizione particolarmente sfavorevole, il ritocco va eseguito in modo straordinario appena ci accorgiamo del danno.

Talvolta una solo ritocco può rivelarsi insufficiente. In tal caso allora attenderemo l’asciugatura della prima applicazione e procederemo con un secondo ritocco.

Rinfresco del telaio in legno

A differenza del ritocco che prevede l’applicazione di vernice solo su alcuni punti, il rinfresco consiste nella riverniciatura totale del telaio.

carta abrasivaSi procede inizialmente con un’accuratapulizia. Successivamente si passa una carta abrasiva fine per eliminare le incrostazioni e la verniciatura precedente, facendo attenzione a non compromettere il colore sottostante. Alla fine di questa operazione il serramento deve presentarsi uniformemente opaco. Eliminiamo quindi tutti i residui della carteggiatura con un panno umido e proteggiamo le parti del serramento che non andranno riverniciate.

Procediamo così con la riverniciatura utilizzando un pennello a setole morbide e facciamo asciugare per una giornata prima di toccare nuovamente il serramento.

La cadenza temporale da rispettare per il rinfresco è di circa tre anni, anche se una scarsa manutenzione ordinaria, esposizioni del serramento sfavorevoli, la presenza di un legno delicato o di una prima verniciatura poco resistente possono abbreviare questo periodo. Per capire quando è opportuno intervenire è sufficiente controllare se la vernice ha perso lucentezza e pare ruvida al tatto.

Rinnovo del telaio in legno

serramento in legnoIl rinnovo si rende necessario in situazioni straordinarie, quando la manutenzione prima descritta non è stata eseguita correttamente o quando per lunghi periodi non è proprio stata eseguita e quindi si sono verificati vistosi distacchi della vernice, fessurazioni e ingrigimenti del legno. Il rinnovo non ha una cadenza temporale, ma sostanzialmente va fatto quado serve.

Innanzitutto è necessario pulire il telaio e sverniciarlo completamente, carteggiando fino ad arrivare al legno ancora in buono stato di conservazione. La carta da utilizzare dovrà avere una grana più grossa rispetto a quella usata per il rinfresco. Fate però attenzione a non irruvidire troppo la superficie lignea.

Successivamente il telaio va stuccato e nuovamente ricarteggiato, ma con una carta a grana fine. Si procede con l’applicazione di una prima mano di impregnante e poi di due mani di verniciatura. Tra ogni passata dovrà trascorrere almeno una giornata per far asciugare lo strato applicato.

Una volta rinnovato il serramento diventerà importante mantenerlo in buone condizioni per tutti gli anni successivi con un’accurata manutenzione ordinaria che preveda, come abbiamo già visto, la pulizia, il ritocco e l’eventuale rinfresco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *